More than just London

Giuro che a volte mi viene in mente di farmi pagare dal Ministero del turismo Britannico per far capire agli italiani che non esiste solo Londra.

Potrei parlare di Manchester, ma a giudicare dal numero di italiani che trovo ogni volta sull’aereo forse qualcuno inizia a rendersi conto della sua esistenza al di là dell’ospitare l’Old Trafford e il City of Manchester Stadium (mi rifiuto di chiamarlo altrimenti). E poi non la conosco abbastanza da poterne tessere le lodi, anche se, vuoi per riferimenti culturali, vuoi che mi sono comunque girata bene il centro (si intenda l’area compresa nella Mancunian Way), mi piace molto come città. Abitanti inclusi.

[–]

Shudehill, Northern Quarter, Manchester – Greater Manchester. Jul.’013

Ma trovo più sensato parlare della mia realtà. La County in cui vivo è bellissima, verde ovunque, con pecore, mucche e cavalli sui prati appena fuori dai centri abitati più importanti.
Le città sono tendenzialmente su diverse colline, cosicché capita che appena sei su uno dei punti alti o sul secondo piano di un doubledecker bus hai una visuale panoramica della città e di quel che la circonda.
A Lancaster se in una bella giornata sali su all’Ashton Memorial, che vista dal basso pare una scarpinata incredibile e invece dal centro cittadino saranno nemmeno venti minuti a passo semi-sostenuto, vedi tutta la città, la Morecambe Bay, il mare e il Lake District oltre di esso.

[-]

view from Ashton Memorial/Williamson Park, Lancaster – Lancashire. Sep.’013

C’è il River Lune con tutta una passeggiata da fare lungo la riva che da una parte porta a Morecambe e dall’altra a Caton, una cittadina che fa parte di un’area naturale protetta, la Forest of Bowland. Ad un terzo della strada c’è l’acquedotto georgiano che collega il fiume al Canal, e salendo sopra di esso c’è poi un altro lungo percorso pedonale e ciclabile lungo il Canal.

[-]

Lancaster Canal, Lancaster – Lancashire. Sep. ‘013

E poi c’è Morecambe, che è una cittadina di mare triste e decadente, in cui le operazioni di “ripulitura” e riconversione fatte in altre zone sono state interrotte per via della recession e che, a differenza della più grande e popolare Blackpool, non maschera il suo degrado con luminarie e un’industria del devasto. Morecambe è un posto ruvido e tagliente quanto il vento che batte sempre lungo la sua Promenade, e che lo è ancora di più nella zona ovest, il West End. Se nel centro cittadino i tentativi di dissimulare la decadenza sono quasi riusciti, nel West End te la trovi bella che in faccia. Case vuote, poche persone in giro anche durante il giorno, un silenzio interrotto ogni tanto da un bus e più spesso dai versi dei gabbiani. Morecambe è un posto dove non vorresti vivere mai. Ma che se frequenti assiduamente alla fine ti ruba il cuore.

[–]

Morecambe beach, Morecambe – Lancashire. Oct. ‘013

Ecco, appunto, io penso sempre più spesso che vorrei dire ai compatrioti che non c’è solo Londra ma un’isola intera, con posti idillici come la Lune Valley e strazianti come Morecambe.
Poi cambio idea.
Continuate pure ad andare Allòndra e a farvi foto tutte uguali davanti al mica tanto Big Ben, al trappolone turistico che è il London Eye e, se volete proprio fare gli alternativi, a Camden.
Al resto dell’Isola ci pensano gli autoctoni (e le persone come me che amano questa terra in toto).

Cheers.

(le foto sono tutte mie.)

Advertisements

3 thoughts on “More than just London

  1. Purtroppo, non è così facile come sembra convincere le persone con cui devi partire che Il Regno Unito non è solo Londra…da parte mia, girerei ogni singolo angolo di questo magnifico paese, l’unico posto in cui riesco davvero a sentirmi a casa…ma ahimè, company e money( perchè i money ahimè, contano anche parecchio) non lo permettono. Amo comunque Londra e se si crea l’opportunità di tornarci non me la faccio certo sfuggire, pur consapevole che c’è tanto, tantissimo altro. Saluti da una Palermitana ( chiaramente nata nella città e nel paese sbagliato) :) ti leggo sempre con piacere :)

    • Sia chiaro che non odio London in sé, conto di scendere comunque prima o poi per fare mezzo giro. Il rant di questo post deriva dal fatto di aver visto a giro stretto sulla mia bacheca di fb foto di conoscenti che stavano partendo o erano tornati da lì. La stessa gente che quando mi chiede dove vivo (e ho la buona creanza di dire “un’ora da Manchester”) strabuzza gli occhi perché manco sa dove collocare Manchester, che non è esattamente un buco di città…
      È che poi London diventa il metro di giudizio per parlare del resto del paese, un po’ come se ci si basasse su Roma per descrivere l’Italia… ste cose mi irritano da matti. Suppongo che prima o poi ci farò il callo.

      PS. Anch’io ho sempre pensato di esser nata in un posto molto poco “mio”. Forse è anche per questo che ho un buon spirito di adattamento (:

      • no ma tu hai ragionissima e comprendo perfettamente il tuo punto di vista ;) ci tenevo solo a dire da parte mia che per la “location geografica” dove risiedo( che conto/prego di poter lasciare il più presto possibile) i collegamenti sono già difficili e costosi in Italia, figurati per approdare in UK! L’hanno scorso volevo venire a Manchester per vedere Kenneth Branagh…stavo quasi riuscendo a convincere i miei accompagnatori, ma il conto totale delle spese ha ammazzato definitivamente il mio progetto :( Londra per me resta una città straordinaria, imbattibile rispetto ad altre capitali che ho avuto l’opportunità di vedere ( persino Paris arriva seconda) ma ciò non toglie che vorrei davvero andare oltre, assaporare il paese in ogni angolo ( perchè L’Italia non è per l’appunto solo Roma così come Londra non è solo il Regno Unito)…spero, un giorno, di poter realizzare il mio sogno di un giro più lungo ;)

Dì la tua

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s